SPINICCI srl - Soc. Gest. Camping Village 'Riva dei Tarquini' p. IVA 01602370593

GITE SCOLASTICHE

 

I Parchi Avventura sono diventati in questi ultimi anni, mete preferite dalle scuole per le gite scolastiche dei loro alunni.

L'esperienza di un Parco Avventura, risulta estremamente formativa per tutti i ragazzi nelle varie età scolare; imparano a misurarsi con l'altezza e conseguentemente a gestire le loro piccole difficoltà; imparano ad incitarsi l'uno con l'altro per portare a termine la missione: finire i percorsi e arrampicarsi sulla torre!!!

Una volta al Parco cosa accade? Il metodo utilizzato per il "compimento della missione" si basa sul rapporto di fiducia che verrà a crearsi tra i nostri istruttori AIFOS e i ragazzi.  

L'istruttore li guiderà istruendoli e consigliandoli su come  avanzare sui percorsi in totale sicurezza, suggerendo il metodo migliore per terminare i percorsi cercando di raggiungere l’equilibrio.

Come funziona?

Gli studenti vengono divisi in gruppi da 20/25 in base all’altezza o alla classe di appartenenza.

Primo step: vestizione da parte del nostro personale autorizzato: imbragatura con longe, moschettoni e carrucola, sottocasco igienico e  casco

Secondo step: spiegazione da parte degli istruttori sull’uso di tutte le componenti dell’imbrago, ossia dei Dispositivi di Protezione Individuale

Terzo step: prova pratica sull’utilizzo dei DPI e un piccolo percorso di prova.

Dopo avere effettuato la prova, se dimostrato di aver compreso perfettamente l’utilizzo dei DPI per poter effettuare i percorsi in tutta sicurezza, si va sui percorsi, sempre e comunque sotto lo sguardo vigile e attento degli istruttori.

 

Il tempo a disposizione è di max 3 ore, e si può scegliere di fare l'attività di mattina o di pomeriggio.

 

CLASSI                                           TARIFFA

Scuola materna                            € 10,00 a partecipante

Elementari                                     € 10,00 a partecipante

Medie  ( I – II)                                 € 12,00 a partecipante

III media e Scuole Superiori        € 15,00 a partecipante

 

la quota comprende:

  • Noleggio attrezzature necessarie per lo svolgimento delle attività (imbragatura, casco, cuffia protettiva);

  • Quota gratuita per un accompagnatore ogni 10 studenti;

  • Zona pic-nic a disposizione a titolo gratuito per il pranzo al sacco

  • Accesso libero alla spiaggia del nostro Camping Village Riva dei Tarquini

 

N.B. Su richiesta, possiamo fornire nella zona pic-nic, un pasto a € 10,00

 

VARIE :

  • numero partecipanti: min 25 e max 70 ragazzi per fascia oraria   (mattina/pomeriggio);

  • abbigliamento consigliato: scarpe da ginnastica o scarponcini, maglietta, felpa, pantaloni della tuta, in sostanza: comodo.

  • è consigliata la presenza di un accompagnatore scolastico o genitore ogni 10 partecipanti

 

 

 

 

 

SUGGERIMENTI PER AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALTRI SUGGERIMENTI PER AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA 

Tarquinia offre numerose possibilità per far trascorrere agli studenti una giornata piena di emozioni che possa risultare indimenticabile una volta a casa.

Si può conciliare l’aspetto ludico formativo dell’esperienza del Parco Avventura, con quello naturalistico della Riserva Naturale Statale delle “Saline di Tarquinia” o con quello storico del Museo Archeologico Nazionale Tarquiniese e la Necropoli Etrusca di Monterozzi.

La gita può pertanto articolarsi in due momenti:

mattina visita gratuita alla Necropoli e/o Museo di Tarquinia, oppure visita gratuita alla Riserva delle Saline poi pranzo al sacco e Parco Avventura presso la nostra struttura.

Brevi cenni:

“Il museo ha sede nello splendido palazzo Vitelleschi, costruito tra il 1436 ed il 1439. La collezione, che presenta materiali provenienti dagli scavi condotti nell'area dell'antica città etrusca e nelle vaste e ricche necropoli, ci narra della vita degli etruschi e della loro concezione dell'oltretomba secondo la quale il defunto sopravvive dopo la morte. Notevole è una ricca collezione di sarcofagi etruschi al piano terra, a cui si aggiunge al primo piano il settore destinato alle collezioni di ceramiche greche, tra cui vari capolavori come la kylix di Oltos, il vaso di Charinos, l'anfora di Phintias ed il cratere del Pittore di Berlino. Tra i reperti più pregevoli è il famoso altorilievo dei cavalli alati che decorava il frontone dell'ara della Regina, divenuto ormai simbolo della città di Tarquinia nel mondo. Unica nel suo genere è una sala del secondo piano dedicata a quelle tombe dipinte le cui decorazioni pittoriche furono staccate dal loro supporto naturale negli anni '50 del XX sec. per motivi di conservazione”.

“La Necropoli di Monterozzi nel 2004 fu dichiarata dall'UNESCO "Patrimonio dell'Umanità" per la presenza di un eccezionale ciclo monumentale di tombe dipinte, definito come "la prima pagina della grande pittura italiana". E' il più grande dei cimiteri dell'antica città etrusca di Tarquinia e consta di più di 6.000 tombe etrusche sotterranee che occupano tutto il vasto colle dei "Monterozzi". Le tombe dipinte, ornate con scene figurate tra cui cacciatori, pescatori, suonatori, danzatori, giocolieri, atleti, rappresentano la ricchezza ed il potere dei defunti per cui furono eseguite: sono il simbolo del loro elevato rango sociale.

L'importanza della pittura etrusca è legata anche alla totale perdita della pittura greca, di cui possiamo farci un'idea tramite le decorazioni di alcune eccezionali tombe tarquiniesi, dove infatti si è ipotizzata la mano di artisti greci, attirati in Italia a decorare i sepolcri dei ricchi etruschi”.

PER USUFRUIRE GRATUITAMENTE DELL’INGRESSO ALLA TOMBE E AL MUSEO, è sufficiente presentarsi con l’elenco degli alunni in uno dei due siti e si ottiene poi il biglietto per visitare l’altro. PER INFO 0766 856036

 

La Riserva Naturale Statale “Saline di Tarquinia”  è stata costituita nel 1980 e si estende per circa 170 ettari. In precedenza era un impianto per l’estrazione del sale gestito dai Monopoli di Stato. Ora la sua istituzione è finalizzata alla protezione dell’ambiente, in particolare alla conservazione degli uccelli tipici delle lagune costiere.  Lungo gli argini vegetano specie molto rare. La Riserva rappresenta una zona umida che ospita numerose specie di uccelli, stanziali e migratori, tra cui Fenicottero rosa, la Garzetta, l’Airone cenerino, quello bianco, rapaci come il gheppio e il falco pescatore.

PER USUFRUIRE GRATUITAMENTE DELL’INGRESSO ALLA RISERVA NATURALE, è necessario prenotare in precedenza contattando telefonicamente il Corpo Forestale dello Stato  al numero 0766 864605.

 

Tarquinia offre numerose possibilità per far trascorrere agli studenti una giornata piena di emozioni che possa risultare indimenticabile una volta a casa.

Si può conciliare l’aspetto ludico formativo dell’esperienza del Parco Avventura, con quello naturalistico della Riserva Naturale Statale delle “Saline di Tarquinia” o con quello storico del Museo Archeologico Nazionale Tarquiniese e la Necropoli Etrusca di Monterozzi.

La gita può pertanto articolarsi in due momenti:

mattina visita gratuita alla Necropoli e/o Museo di Tarquinia, oppure visita gratuita alla Riserva delle Saline poi pranzo al sacco e Parco Avventura presso la nostra struttura.

Brevi cenni:

“Il museo ha sede nello splendido palazzo Vitelleschi, costruito tra il 1436 ed il 1439. La collezione, che presenta materiali provenienti dagli scavi condotti nell'area dell'antica città etrusca e nelle vaste e ricche necropoli, ci narra della vita degli etruschi e della loro concezione dell'oltretomba secondo la quale il defunto sopravvive dopo la morte. Notevole è una ricca collezione di sarcofagi etruschi al piano terra, a cui si aggiunge al primo piano il settore destinato alle collezioni di ceramiche greche, tra cui vari capolavori come la kylix di Oltos, il vaso di Charinos, l'anfora di Phintias ed il cratere del Pittore di Berlino. Tra i reperti più pregevoli è il famoso altorilievo dei cavalli alati che decorava il frontone dell'ara della Regina, divenuto ormai simbolo della città di Tarquinia nel mondo. Unica nel suo genere è una sala del secondo piano dedicata a quelle tombe dipinte le cui decorazioni pittoriche furono staccate dal loro supporto naturale negli anni '50 del XX sec. per motivi di conservazione”.

“La Necropoli di Monterozzi nel 2004 fu dichiarata dall'UNESCO "Patrimonio dell'Umanità" per la presenza di un eccezionale ciclo monumentale di tombe dipinte, definito come "la prima pagina della grande pittura italiana". E' il più grande dei cimiteri dell'antica città etrusca di Tarquinia e consta di più di 6.000 tombe etrusche sotterranee che occupano tutto il vasto colle dei "Monterozzi". Le tombe dipinte, ornate con scene figurate tra cui cacciatori, pescatori, suonatori, danzatori, giocolieri, atleti, rappresentano la ricchezza ed il potere dei defunti per cui furono eseguite: sono il simbolo del loro elevato rango sociale.

L'importanza della pittura etrusca è legata anche alla totale perdita della pittura greca, di cui possiamo farci un'idea tramite le decorazioni di alcune eccezionali tombe tarquiniesi, dove infatti si è ipotizzata la mano di artisti greci, attirati in Italia a decorare i sepolcri dei ricchi etruschi”.

PER USUFRUIRE GRATUITAMENTE DELL’INGRESSO ALLA TOMBE E AL MUSEO, è sufficiente presentarsi con l’elenco degli alunni in uno dei due siti e si ottiene poi il biglietto per visitare l’altro. PER INFO 0766 856036

 

La Riserva Naturale Statale “Saline di Tarquinia”  è stata costituita nel 1980 e si estende per circa 170 ettari. In precedenza era un impianto per l’estrazione del sale gestito dai Monopoli di Stato. Ora la sua istituzione è finalizzata alla protezione dell’ambiente, in particolare alla conservazione degli uccelli tipici delle lagune costiere.  Lungo gli argini vegetano specie molto rare. La Riserva rappresenta una zona umida che ospita numerose specie di uccelli, stanziali e migratori, tra cui Fenicottero rosa, la Garzetta, l’Airone cenerino, quello bianco, rapaci come il gheppio e il falco pescatore.

PER USUFRUIRE GRATUITAMENTE DELL’INGRESSO ALLA RISERVA NATURALE, è necessario prenotare in precedenza contattando telefonicamente il Corpo Forestale dello Stato  al numero 0766 864605.

qui puoi effettuare il DOWNLOAD della liberatoria

NOVITA' 2019

dopo l'esperienza del Parco Avventura vi suggeriamo una dolcissima esperienza con Apevelka!!!